la cosa più importante è ricordarsi di questo…

Mirra Alfassa, nota a tutti come Mère, è stata la compagna spirituale di Sri Aurobindo: come due aspetti di una stessa manifestazione, furono maestri e pionieri maestosi che nel secolo scorso aprirono instancabilmente varchi spirituali, preziosi per l’umanità soprattutto in questi tempi di potente passaggio evolutivo.

Mère visse 30 anni accanto ad Aurobindo divenendo, quando il maestro lasciò il corpo, la continuazione del loro splendido esperimento di espansione della coscienza. Fu la depositaria del compito più difficile: l’esplorazione degli stati più profondi della materia, la trasformazione del corpo, la rivoluzione della coscienza cellulare.

Si può dire che Sri Aurobindo abbia fatto discendere nel corpo della Terra il sovramentale, come coscienza cosmica, divina, che si riunisce alla Madre, e Mère lo abbia fatto penetrare nel suo corpo stesso, impregnando di esso le sue cellule e le “cellule” del Pianeta.
Perché “se può farlo un corpo lo possono fare tutti i corpi”.

Questo è un estratto di una sua riflessione sul passaggio evolutivo che oggi si sta pienamente manifestando, quanta attualità nelle parole di Mère!

“Se ci si potesse ricordare che siamo ad un’ora eccezionale, in un’epoca unica; che si ha questa immensa fortuna, questo privilegio inestimabile di assistere alla nascita di un mondo nuovo, ci si potrebbe facilmente sbarazzare di tutto ciò che ci appesantisce e non ci permette di avanzare. Così la cosa più importante è ricordarsi di questo… ricordarsi sempre, ricordarselo costantemente, addormentarsi con questa idea, svegliarsi con questa percezione; tutto quello che si fa farlo con questo come supporto costante, questa grande verità: che stiamo assistendo alla nascita di un mondo nuovo.

Noi possiamo partecipare, noi possiamo diventare questo nuovo mondo. E veramente, quando si ha un’occasione così meravigliosa, si deve essere pronti ad abbandonare tutto per questo”.

Grazie ai maestri e alle maestre sparsi nel tempo e nello spazio! 

 

🔯 Sull’esperienza di Mère abbiamo anche l’eccezionale testimonianza raccolta dallo scrittore francese Bernard Enginger, Satprem, 13 volumi noti come L’agenda di Mère.

By Le Ali dell’Immaginale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.